Amyko: braccialetto NFC per la sicurezza personale

Il mercato dei dispositivi wereables è in costante evoluzione, tra smartwatch, fitness band, smart band, etc… sono sempre più numerose le persone che portano al polso questi gadjet tecnologici. Abbiamo provato Amyko, un braccialetto con tecnologia NFC, pensato per la sicurezza personale.

Amyko

Amyko nasce dall’idea di una start-up tutta italiana, la WeCare s.r.l., che ha ideato questo braccialetto con tag NFC da usare per condividere le proprie informazioni medico-sanitarie e i contatti in caso di emergenza. Vediamolo nel dettaglio:

Amyko Braccialetto

È realizzato in gomma termoplastica, di tipo anallergico ed è resistente all’acqua fino a 10 m di profondità. Molto leggero, è comodo da indossare e data la struttura modulare del braccialetto, il cinturino può essere adattato facilmente alla dimensione del polso, semplicemente aggiungendo o togliendo le maglie secondo necessità. Nella parte centrale del braccialetto è presente il modulo (coperto da una cover rimovibile) dove è inserito il tag NFC su cui si basa il funzionamento di Amyko. Sul modulo sono riportati un numero di telefono (in rosso) e un codice identificativo (in verde), che come vedremo serviranno per usufruire di alcune specifiche funzionalità.

Amyko è disponibile nelle colorazioni base bianco o nero, la cui confezione comprende:

  • Un Braccialetto completo di tag NFC
  • Tre maglie aggiuntive per regolazione della taglia
  • Una chiusura M/F di ricambio
  • Due cover intercambiabili una del colore del bracciale e una con il simbolo “soccorso”
  • Card plastificata per portafoglio con istruzioni

E’ poi possibile acquistare un kit per personalizzare il braccialetto con ulteriori colorazioni. Il kit chiamato Customization Pack include: 3 cinturini completi di cover, nelle colorazioni: verde fluo, azzurro e fucsia, per un totale di 30 maglie aggiuntive.

Che cos’è e come funziona la tecnologia NFC?

NFC è l’acronimo di Near Field Communication, una tecnologia di comunicazione bidirezionale wireless a corto raggio (fino ad un massimo teorico di 10 cm) tra due dispositivi compatibili. Per il funzionamento il dispositivo deve integrare un chip NFC, che può essere di due tipi: NFC attivo o NFC passivo  (questi ultimi anche detti tag NFC).

Tra i possibili utilizzi della tecnologia NFC:

  • Pagamenti contacless tramite smartphone, utilizzando il telefono come una “carta elettronica” di pagamento.
  • Comunicazioni P2P (peer-to-peer) tra due dispositivi per scambio dati o sincronizzazione.
  • Lettura tag NFC. Un “tag” può essere considerato come una specie di etichetta elettronica, programmata in modo da restituire delle informazioni o eseguire un compito o una serie di azioni prestabilite quando si avvicina un dispostivo (es. smartphone) al tag. I tag NFC essendo passivi, non hanno bisogno di alimentazione, ma vengono attivati quando li si avvicinano ad un dispositivo con NFC attivo. Quasi tutti gli smartphone recenti sono dotati di chip NFC attivo.

Amyko include un tag NFC (quindi di tipo passivo) per tale motivo, non necessità di alcuna alimentazione per il suo funzionamento.

Come si usa Amyko

Per iniziare a utilizzare Amyko, per prima cosa ci si deve registrare sul sito web Amyko.it e creare un account.

Amyko

Una volta creato l’account, tramite una semplice procedura, andrai a registrare il braccialetto (con un unico account si può gestire più braccialetti se necessario), dopo di che potrai iniziare a inserire i dati. Il sistema è organizzato in modo da avere due sezioni di dati: dati pubblici e dati privati.

I dati pubblici contengono una foto (obbligatoria anche per evitare scambi di persona), nome, cognome, alcune note di testo eventualmente inserite e fino a 3 numeri da contattare in caso di emergenza.

I dati privati oltre ai propri dati personali, contengono la tua “cartella clinica” ovvero le informazioni sanitarie, tra cui: gruppo sanguigno, allergie, terapie in corso, farmaci assunti, prescrizioni mediche, etc…

I dati pubblici possono essere visualizzati da tutti, semplicemente scansionando il tuo braccialetto: tali utenti non devono necessariamente avere l’applicazione Amyko installata. Avvicinando infatti un qualsiasi dispositivo con NFC (Es. smartphone o tablet) si aprirà una schermata con la richiesta d’inserire il codice identificativo (che ricordiamo è stampato in verde sulla parte centrale del bracciale, coperta dalla cover). Inserendo il codice, si aprirà la schermata con i dati pubblici.

Per quanto riguarda i dati privati, puoi scegliere quali dati rendere privati e con chi condividerli. Tramite il tuo account, puoi gestire le autorizzazioni e abilitare i numeri di telefono che possono accedere alle informazioni private (ad esempio la maestra o la baby sitter). Gli utenti abilitati riceveranno una notifica che li avvertirà della autorizzazione e dovranno avere l’app di Amyko installata.

I dati inseriti sul tuo profilo, sono memorizzati all’interno di un cloud e in qualsiasi momento possono essere modificati, aggiornati o eliminati secondo la tua volontà.

Amyko oltre alla condivisione dei propri dati sanitari, permette le seguenti funzioni:

Self Help: se sei solo e ti trovi un una situazione di emergenza, avvicinando il tuo smartphone al braccialetto, un familiare riceverà un sms di allerta insieme alla tua posizione geolocalizzata (è necessario che NFC e geolocalizzazione GPS sia attiva sul tuo smartphone).

Direct Call: se non hai a disposizione uno smartphone con NFC, chiamando il numero stampato in rosso sul braccialetto, e digitando il codice identificativo riportato in verde, verrai automaticamente messo in contatto con i numeri di emergenza che avrai impostato.

Medical Reminder: ti ricorda l’assunzione di particolari farmaci ad intervalli regolari o altri eventi da te programmati, attraverso l’invio di un sms.

I servizi aggiuntivi di Direct Call e Self Help sono inclusi inizialmente per un periodo di prova di sei mesi: dopo tale periodo potrai decidere se riattivarli o lasciarli inattivi (a seconda delle tue esigenze). Il rinnovo di tali servizi ha un costo di 5,90 Euro/anno.

Se non rinnovi tali servizi, potrai comunque continuare ad utilizzare Amyko, nella sua funzione base di condivisione dei propri dati medico sanitari in caso di emergenza e soccorso. Oltre alla funzione Medical Reminder, che resta gratuita per sempre e non comporta nessun tipo di sottoscrizione o costo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Conclusioni

Dopo aver provato e testao Amyko, possiamo dire che l’idea sicuramente è valida e probabilmente meriterebbe una diffusione maggiore. L’incognita principale è costituita dal fatto che è ancora poco diffuso ed in particolare c’è poca consapevolezza sull’utilizzo di queste soluzioni e dei tag NFC in generale. Il problema può essere aggirato, almeno per quanto riguarda la chiamata di soccorso; infatti come visto anche senza l’utilizzo del NFC, con la funzione Direct Call è possibile mettersi in contatto direttamente con un numero pre-impostato (ad esempio un familiare). Amyko si presta particolarmente per essere indossato dal bambino a scuola o in gita, dagli anziani soli e perché no anche per tutti coloro che vogliono avere un aiuto in più in caso di emergenza.

Puoi ordinare Amiko online, tramite la seguente pagina: Link Amyko, oppure su Amazon:

Link Acquisto Amazon.it

Ringraziamo la WeCare s.r.l per averci fornito il bracciale Amyko per la recensione.

Rispondi

avatar