Il ritorno della Sigaretta Elettronica Alcuni modelli e starter kit per chi si avvicina alle Sigarette Elettroniche.

Qualche anno fa il boom delle sigarette elettroniche, quando dal 2011 al 2013 praticamente tutti parlavano delle e-cig (electronic cigarette) e in ogni angolo nascevano punti vendita e negozi dedicati.

Poi nel biennio successivo, una serie di fattori tra cui, incertezza legislativa, aumento della tassazione e dubbi sui risvolti sanitari, hanno portato a una grave crisi di tutto il settore.

A quanto pare recentemente stanno ritornando di moda e i dati lo confermano: in Italia sono circa 2 milioni gli utilizzatori di e-cig nel 2016, con un incremento di +370% rispetto al 2015. [fonte sigmagazine.it]

Cos’è e come funziona la sigaretta elettronica

La sigaretta elettronica è un dispositivo nato inizialmente per essere un’alternativa o sostituto del tabacco lavorato, primo tra tutti le classiche sigarette.

Attenzione: La legge stabilisce il divieto di vendita ai minori di anni diciotto di sigarette elettroniche con presenza di nicotina.  Art. 24 – D.Lgs. 12 Gennaio 2016, n. 6.

Ogni e-cig è formata da diversi componenti, tra cui: un atomizzatore, un serbatoio per il liquido (che può contenere nicotina o altri aromi a scelta), una batteria e un beccuccio.

struttura sigaretta elettronica

La parte principale è costituita dall’atomizzatore, che attraverso una resistenza alimentata dalla batteria, riscaldandosi, fa evaporare parte del liquido, permettendo all’utilizzatore di “svapare”, termine usato nel campo delle e-cig per indicare l’equivalente del “fumare”. La cartuccia con il liquido può essere riempita manualmente con liquidi e aromi che più preferisci.

PippoCD sconsiglia l’utilizzo delle sigarette, siano esse classiche o elettroniche. Le e-cig possono comunque essere un sostituto per chi vuole smettere di fumare. L’articolo è stato scritto a titolo informativo e per analizzare le sigarette elettroniche, ritornate di gran moda nell’ultimo anno.

Se vuoi approfondire l’argomento e capire termini e risvolti per la salute, puoi consultare questa guida. Si tratta di un Vademecum per esordienti, scritto della Helvetic Vape, un’associazione svizzera a tutela dei consumatori e fruitori delle e-cig.

Esistono molti modelli e diverse tipologie di sigarette elettroniche, che differiscono per forma, costo e prestazioni. Ecco alcuni modelli.

Eleaf iJust Start Plus

Eleaf è uno dei maggiori produttori di sigarette elettroniche e vanta un ampio catalogo tra cui scegliere. iJust Start Plus è un kit completo, ideale per chi si avvicina alle e-cig, ma vuole un prodotto di qualità.

Il kit include:

  • batteria ricaricabile da 1600 mAh
  • atomizzatore GS Air 2 da 19 mm con coil (a due resistenze) da 0.75 ohm Pure Cotton
  • cavo di ricarica USB – microUSB
  • un coil di ricambio
  • Un Airflow Control Ring (anello per il controllo dell’aria)
  • Manuale istruzioni

L’atomizzatore ha un serbatoio con capacità di 2,5 ml, che può essere riempito in modo semplice svitando la parte inferiore dell’atomizzatore. L’anello in silicone può essere posizionato alla base dell’atomizzatore, dove ci sono le “aperture” per ridurre o modificare la quantità di aria in base alle proprie esigenze.

La batteria con attacco tipo 510 ha una capacità di 1600 mAh e assicura una buona autonomia; la presa USB per la ricarica, in formato micro, è posizionata sul lato opposto al pulsante di accensione. Senza dubbio è un’ottima e-cig per entrare nel mondo dello “svapo”.

Link prodotto su Amazon.it

Justfog 1453

Prodotto un po più economico del precedente, Justfog 1453 è un kit base, che include tutto il necessario per iniziare.

Il kit include:

  • batteria ricaricabile da 650 mAh
  • atomizzatore Justfog 1453
  • cavo USB per la ricarica
  • due coil di ricambio
  • Manuale istruzioni multilingua

L’atomizzatore Justfog 1453 è a singola coil con resistenza di 2 ohm; il serbatoio ha una capacità di 1,6 ml. Per il riempimento del serbatoio è sufficiente svitare il beccuccio e versare il liquido nella parte di anello esterno. Batteria e atomizzatore hanno un attacco proprietario, quindi non compatibile con il classico attacco 510.

Il kit è disponibile con batteria da 650 o 900 mAh. Il pulsante di accensione è integrato con indicatore stato di carica della batteria tramite led a 4 colori.

Link prodotto su Amazon.it

Eleaf iStick 30W

Come abbiamo visto le sigarette elettroniche sono formate da più parti. I due prodotti precedenti offrivano un kit completo, per iniziare subito a “svapare”. Con iStick 30W,  Eleaf offre una batteria potente e dotata di funzionalità avanzate, per chi vuole assemblare una e-cig in base alle proprie esigenze. Non è dotato di atomizzatore che andrà quindi scelto e acquistato a parte.

La dotazione include:

  • batteria iStick 30W da 2200 mAh
  • cavo USB per la ricarica
  • Caricabatteria da parete con uscita USB
  • un adattatore 510
  • manuale istruzioni

L’attacco della batteria è di tipo 510 quindi compatibile con molti degli atomizzatori in commercio; sono supportati atomizzatori con coil da 0,4 a 5 ohm. La potente batteria da 2200 mAh permette elevate prestazioni e un’ottima autonomia. Sul lato lungo della iStick 30W oltre al tasto di accensione è presente un piccolo Display OLED e due tasti per modificare i parametri di funzionamento. In questo caso infatti è possibile modificare il voltaggio o il wattagio di uscita nel range da 2 a 8 V e da 5 a 30 W.

Per ricaricare la batteria è presente una micro USB sul fondo. Per la ricarica completa occorro circa 2 ore e 30 min.

Link prodotto su Amazon.it

Nota: Spesso le sigarette elettroniche sono fornite con cavo USB, ma non includono il caricabatteria da parete. Per la ricarica puoi collegarele al PC, o utilizzare un normale caricabatteria con uscita USB, come quello del tuo smartphone.

Rispondi

avatar