Samsung Galaxy Tab A (T550): la recensione Tablet Android display 9,7" e formato 4:3, perfetto per uso quotidiano.

Recensione Samsung Galaxy Tab A (T550): il tablet Samsung da 9,7″ per la fascia media.

Samsung Galaxy Tab A recensione

Il Samsung Galaxy Tab A, rappresenta l’ultima serie di tablet di Samsung rivolti per la fascia media del mercato e va a sostituire il Galaxy Tab 4, che abbiamo recensito qualche mese fa: recensione Galaxy Tab 4. Il Galaxy Tab A si è rivelato una piacevole sorpresa… vediamolo nel dettaglio.

Samsung Galaxy Tab A (T550) 9,7″ 16 GB

Samsung con la serie Galaxy Tab A, propone un tablet di fascia media, dotato di ottime caratteristiche, un ampio display e un prezzo aggressivo. Segna anche una svolta rispetto al passato: per la prima volta infatti con il Galaxy Tab A, Samsung adotta un formato con rapporto 4:3, a differenza del classico formato 16:9 che ha sempre utilizzato nei suoi tablet. Ma andiamo con ordine e iniziamo a vedere cosa offre questo tablet Samsung.

Il modello in nostro possesso è il Galaxy Tab A (T550), versione solo Wi-Fi. Scatola e confezione semplice ma ben fatta, come ci ha abituato Samsung per i suoi smartphone e tablet. La dotazione include oltre al tablet, il cavo dati USB – micro USB, alimentatore da parete da 2A con uscita USB e manualistica rapida.

Samsung Galaxy Tab A

Design moderno e pulito con cornici laterali abbastanza sottili e molto sottile anche lo spessore del tablet, pari a 7,5 mm. Buona costruzione ed assemblaggio, le plastiche utilizzate sono di ottima qualità e rendono il tablet bello da vedere e da maneggiare.

Galaxy Tab A dimensioni

La disposizione dei tasti e la struttura del tablet, ci dicono che l’utilizzo prevalente sarà quello con il tablet in verticale. Il tablet ha dimensioni importanti, parliamo di un 9,7″ di diagonale, ma comunque risulta ben bilanciato da tenere in mano, anche se l’uso ad una sola mano è meno pratico e più difficoltoso visto il formato adottato. Le dimensioni complessive sono di 242.5 x 166.8 x 7.5 mm per un peso di 456 gr.

Sul lato destro slot per la microSD, tasto accensione/spegnimento, bilanciere del volume ed il secondo microfono. Nella parte inferiore il microfono principale, oltre alle aperture degli speaker, il connettore micro USB ed il foro per il jack audio da 3,5″.

 

Perché un tablet 4:3 è meglio di 16:9?

Il rapporto d’aspetto (aspect-ratio, anche detto form-factor, fattore di forma) indica il rapporto tra la larghezza e l’altezza di un immagine (o display come in questo caso). Mentre i formati wide 16:9 e 16:10 sono ormai uno standard per i contenuti multimediali quali video, film e immagini il formato 4:3 da sempre è più indicato per la lettura e consultazione di testi. Questo formato ad esempio è quello da sempre utilizzato da libri, riviste, pubblicazioni, così come i fogli A4 che utilizzi nella tua stampante. Partendo dal presupposto che stiamo parlando di Tablet, nella maggior parte dei casi sarà usato per la consultazione e navigazione web o come strumento di lettura, siano essi documenti, ebook o file pdf, dove il formato 4:3 risulta quindi maggiormente fruibile e più comodo da usare. Non è un caso che iPad di Apple, senza dubbio il tablet di maggior successo sul mercato, ha da sempre adottato il formato 4:3, e la storia dice che sia stato lo stesso Steve Jobs a insistere affinché iPad avesse quel formato. Ovviamente questo comporta un maggior sacrificio nella fruizione dei contenuti multimediali, come film, video, etc… dove i formati wide sono preferibili.

In assoluto dunque non esiste un formato migliore in tutti gli aspetti, ma per un tablet a nostro avviso, i 4:3 sono una scelta azzeccata.

Fotocamera posteriore principale da 5 Mpx senza flash LED, con possibilità di registrare video fino a 720p a 30 fps. La qualità degli scatti dipende molto dalla luminosità ambientale. In condizioni di scarsa luminosità soffre abbastanza e la quantità di rumore digitale aumenta, mentre con una maggiore luminosità si riescono ad ottenere tutto sommato dei buoni scatti. La fotocamera anteriore è da 2 Mpx. La parte fotografica quindi anche se non brilla particolarmente, è comunque sufficiente considerando che si tratta di un tablet.

Samsung Galaxy Tab A

Sul retro sono presenti due clip a bottone, che permettono l’aggancio in modo semplice e veloce con alcune cover.

A livello hardware il processore/SoC che equipaggia il Samsung Galaxy Tab A è lo Snapdragon 410 (quad-core: 4x ARM Cortex A53) da 1.2 GHz con GPU Adreno 306. Il quantitativo di Ram è di 1.5 GB (2 GB nella versione LTE), mentre la memoria interna è di 16 GB con possibilità di espansione con microSD fino a 128 GB.
Informazione importante:
Anche in questo caso, come in altri tablet Android, le applicazioni possono essere trasferite sulla microSD solo dopo averle installate sulla memoria interna del dispositivo. Alcune app potrebbero non consentire il loro trasferimento sulla microSD o consentire solo trasferimenti parziali in funzione delle configurazioni adottate dagli sviluppatori.

Samsung Galaxy Tab A

Parlando del display, si tratta di un LCD TFT da 9,7″ con risoluzione XGA pari a 1024 x 768 pixel. La risoluzione bassa, è stata molto criticata ed in effetti è il punto debole di questo tablet. A livello pratico influisce molto sulla qualità del tablet? Si e no, nel senso che non pregiudica il buon utilizzo del tablet, ma una risoluzione maggiore sarebbe stata certamente gradita. Il Display, risoluzione a parte, è comunque bello e luminoso, con una buona gamma cromatica.

Buona autonomia, anche in virtù della batteria da ben 6000 mAh (non rimovibile) che permette a questo tablet android di raggiungere i due giorni di utilizzo, con un uso medio-intenso. Per la connettività: Wi-Fi dual band standard a, b, g, n, bluetooth 4.1, ANT+, GPS e GLONASS. Modulo NFC non presente.

Per quanto riguarda il software, il sistema operativo utilizzato è la versione 5.0.2 di Android (Lollipop) con la classica interfaccia Touchwiz di Samsung. Non ci sono particolari novità, sono presenti tutte le funzionalità a cui Samsumg ci ha abituato, tra cui il Multiwindow che permette di suddividere lo schermo e utilizzare contemporaneamente diverse app, molto utile visto lo schermo ampio. Supportata anche il Samsung SideSync, che permette di utilizzare il tablet (o anche il pc) per gestire e controllare completamente il proprio smartphone Samsung.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’esperienza d’uso è decisamente ottima, il sistema è davvero molto fluido e durante l’uso non abbiamo avvertito nessun tipo di lag o incertezze. Sicuramente le elevate prestazioni in parte dipendono anche dalla risoluzione del display non elevata, che rende il sistema poco pesante da gestire. Il risultato è un’interfaccia fluida e reattiva, che rende molto piacevole l’uso di questo Galaxy Tab A.

Design moderno

Formato 4:3 pratico e funzionale

Interfaccia veloce e senza lag

Display bello e luminoso

Risoluzione bassa

Tirando le somme, il Samsung Galaxy Tab A ci ha soddisfatto. Sicuramente un passo avanti per design e prestazioni, rispetto al precedente Tab 4. Peccato per la risoluzione del display, che rappresenta l’unico punto debole di questo tablet android. Sia chiaro, se non hai particolari esigenze, non avrai nessun tipo di problema, ma ovviamente una risoluzione maggiore sarebbe stata più opportuna. Abbiamo apprezzato molto la scelta del formato 4:3 che è ideale per un tablet, dove la maggior parte delle attività di solito si riduce alla navigazione web, la consultazione di documenti digitali, lettura email, ebook, ecc.

Ribadiamo comunque che è un tablet di fascia media, di conseguenza il giudizio tiene conto delle caratteristiche anche in relazione al prezzo davvero competitivo. A nostro avviso quindi se cerchi un tablet da usare come TABLET, il Galaxy Tab A può essere senza dubbio la scelta giusta.

Link acquisto Amazon.it | Link acquisto eBay.it

Il Galaxy Tab A (T550) da noi provato è la versione solo Wi-Fi. Se ti serve anche connettività dati 3G/4G, puoi scegliere il Samsung Galaxy Tab A (T555), versione con supporto Wi-Fi + LTE (4G) del Tab A. Puoi comprarlo su Amazon.it.

Rispondi

avatar