Servizi Cloud a confronto: hosting a portata di click I migliori servizi Cloud Storage sul mercato, analizzati in un articolo.

Confronto tra i principali servizi di Cloud Storage, sia free che a pagamento.

In informatica con il termine inglese cloud computing si indica una serie di risorse informatiche, quali  l’archiviazione, l’elaborazione o la trasmissione dati, caratterizzato dalla disponibilità on demand attraverso Internet. Per l’utente medio solitamente quando si parla di Cloud (“nuvola”), si pensa generalmente al CLOUD STORAGE, ovvero una serie di servizi per l’archiviazione dei dati in remoto, memorizzati sul server o data center del fornitore del servizio.


Con il Cloud Storage, hai la possibilità di accedere ai tuoi dati archiviati sul Cloud ovunque ti trovi, basta avere una connessione internet. Il servizio Cloud può essere usato sia su PC, così come da smartphone e tablet (con apposita app); i propri file saranno sincronizzati automaticamente all’ultima versione su tutti i tuoi dispositivi. Alcuni servizi di Cloud, includono la possibilità di modificare i documenti direttamente online, consultare differenti versioni dello stesso documento modificato e di condividere i propri file con altri utenti. Vista la tipologia di archiviazione e consultazione (tramite collegamento internet), di solito si utilizza il Cloud per salvare e/o fare il backup di file particolarmente importanti o con necessità di condivisione e fruizione da vari dispositivi.

Abbiamo analizzato i principali servizi di Cloud Storage: Dropbox, Microsoft OneDrive, Amazon Cloud Drive, Apple iCloud e Google Drive. Vediamoli nel dettaglio:

Dropbox

Uno dei primi servizi di Cloud Storage e probabilmente il più utilizzato. Dropbox fornisce dopo la registrazione, un account gratuito con 2 GB di spazio. Disponibile per sistemi Windows, Mac e Linux e con apposita app per i principali sistemi mobile: Android, iOS e recentemente anche Windows Phone. In ambiente PC, attraverso l’installazione, Dropbox crea una cartella locale sul quale sono presenti i file sincronizzati con lo spazio cloud. Con l’app Dropbox, si accede direttamente allo spazio web e i fili caricati sul propio account.

Dropbox LogoDropbox ha un’ottima funzionalità di ripristino file. Se cancelli un file per errore o vuoi recuperare una versione precedente, Dropbox offre una cronologia delle versioni che dura 30 giorni.

Oltre ai 2 GB gratuiti, è possibile incrementare lo spazio di archiviazione gratuito attraverso degli incentivi. Ad esmpio per ogni nuovo utente portato all’iscrizione attraverso il passaparola (+ 500 MB) o tramite il collegamento con Facebook.

Disponibile l’upgrade a pagamento, con due differenti profili:

  • Dropbox Pro, 1 TB di spazio al costo di 9.99 Euro / mese o 99 Euro / anno.
  • Dropbox for Business, 5 TB per 5 utenti al costo di 12 Euro / mese per ogni singolo utente.

Dropbox

Link: Dropbox

 

Microsoft OneDrive

OneDrive è il servizio di Cloud Storage offerto da Microsoft. Precedentemente conosciuto con il nome di SkyDrive, nel corso degli anni ha subito numerosi aggiornamenti fino ad arrivare alla proposta attuale. OneDrive è integrato direttamente a partire da Windows 8.1 ed è disponibile sia su computer che su mobile, quali Smartphone e tablet. Compatibile con sistemi Windows, OSX e Linux, sistemi mobile Android, iOS e Windows Phone, oltre ad essere disponibile anche nelle console Microsoft Xbox One e Xbox 360.

Microsoft OneDrive

OneDrive mette a disposizione uno spazio di ben 15 GB gratuiti. Con la possibilità di incrmentarli di 500 MB per ogni amico “invitato” (come per Dropbox) fino a un massimo di 10 amici, pari a 5 GB aggiuntivi. Possibilità di avere ulteriori 15 GB se si attiva il backup automatico (attraverso l’app OneDrive) delle fotografie scattate con lo smartphone o tablet.

Possibilità comunque di sottoscrivere i piani a pagamento, che prevedono le seguenti formule:
  • 100 GB  1.99 Euro / mese
  • 200 GB  3.99 Euro / mese
  • 1 TB  7 Euro / mese

Link: Microsoft OneDrive

 

Amazon Cloud Drive

Amazon con il suo Cloud Drive offre 5 GB di spazio gratuito. La gestione dei file nel Cloud Drive è molto semplice, si utilizza il browser Web, dal quale si può aggiungere e rimuovere i file con semplicità.

Amazon Cloud Drive

Attraverso l’app Cloud Drive Foto per Android e iOS, è possibile caricare rapidamente sul Cloud le foto da smartphone o tablet. Ben integrato con Kindle (l’ebook reader e tablet di Amazon) e con il proprio account Amazon, Cloud Drive è particolarmente indicato per l’archiviazione di file audio e foto. Rispetto alle altre soluzioni concorrenti, in questo caso mancano specifiche funzionalità come i backup incrementali o la sicronizzazione automatica su differenti dispositivi.

Possibilità di effettuare l’upgrade dello spazio a disposizione in qualsiasi momento. A partire da 8 Euro all’anno. Nel dettaglio i piani a pagamento prevedono:

  • 20 GB  8 Euro / anno
  • 50 GB  20 Euro / anno
  • 100 GB  40 Euro / anno
  • 200 GB   80 Euro / anno
  • 500 GB  200 Euro / anno
  • 1000 GB  400 Euro / anno

Link: Amazon Cloud Drive

 

Apple iCloud

Pensato e ideato principalmente per gli utenti Apple, è disponibile anche in ambiente PC mediante apposito software per Windows. iCloud offre 5 GB di spazio gratuito per archiviare e conservare file di qualsiasi tipologia.

Apple iCloud

Oltre ai 5 GB del profilo gratis, i piani di archiviazione a pagamento di iCloud prevedono:

  • 20 GB 0.99 Euro/mese
  • 200 GB 3.99 Euro/mese
  • 500 GB 9.99 Euro/mese
  • 1 TB 19.99 Euro/mese

iCloud è perfettamente integrato con i dispositivi Apple. Foto, documenti, app, note e contatti: le cose importanti vengono sempre aggiornate sul tuo Mac, iPad o iPhone, in modo da rendere disponibili i tuoi dati su ogni dispositivo; iCloud sincronizza tutto automaticamente. Se cancelli un’email o aggiungi un evento al calendario, se cambi una nota o aggiorni un contatto, se spunti un elenco di cose da fare, iCloud riporta la modifica dappertutto.

Buona funzione di backup, che può essere configurata per partire automaticamente quando il tuo dispositivo è in carica e collegato al Wi‑Fi, senza che tu debba fare nulla. Puoi usare il backup per ripristinare il dispositivo o per impostarne uno nuovo. Possibilità di utilizzare la funzione “portachiavi iCloud” che memorizza al posto tuo, password di siti web e app, insieme ai tuoi nomi utente e ai numeri delle tue carte di credito.  Attraverso iCloud, puoi anche sfruttare la funzione “Trova” il mio iPhone, iPad o Mac. Nel caso di smarrimento o furto iCloud ti aiuta a ritrovarli e rende la vita difficile a chiunque provi a venderlo o usarlo.

Link: Apple iCloud

 

Google Drive

Tra i servizi Cloud Storage non poteva mancare la proposta di Goolge, che a partire dal 2012 ha introdotto Google Drive, servizio di Cloud Storage con profili free e a pagamento. Con Google Drive puoi archiviare qualsiasi tipologia di file: documenti, articoli, progetti, registrazioni, video, foto e musica (anche se per questi ultimi due, Google propone altre soluzioni specifiche, quali Picasa e Google Play).

Google Drive

Per iniziare, Drive ti offre 15 GB di spazio di archiviazione gratuito online per poter conservare tutto ciò che desideri. Possibilità di acquistare un piano di archiviazione Cloud di maggiori dimensioni, che prevedono le seguenti formule:

100 GB 1.99 dollari/mese
1 TB 9.99 dollari/mese
10 TB 99.99 dollari/mese
20 TB 199.99 dollari/mese
30 TB 299.99 dollari/mese

 

Drive è disponibile sia su PC Windows che su Mac OSX e su smartphone e tablet con sistema Android o iOS (attualmente non disponibile su Windows Phone).
Possibilità di ripristinare le versioni dei file degli ultimi 30 giorni per la maggior parte dei formati; è facile vedere chi ha apportato modifiche e ripristinare le versioni precedenti. La gestione delle versioni dei file è piuttosto semplice. Tra le altre caratteristiche di Drive, segnaliamo, la possibilità attraverso l’app Drive per Android, di eseguire la scansione di documenti cartacei e caricarli automaticamente sul Cloud. Basta scattare una foto dei documenti e Drive li archivierà come file PDF.

 

Link: Google Drive


Tutti e cinque i servizi Cloud analizzati, offrono grande affidabilità e sicurezza e rappresentano i migliori servizi oggi presenti sul mercato.
PippoCD consiglia:
  • per gli utenti Windows e Windows Phone, OneDrive è la soluzione naturale, essendo già integrato a partire da Windows 8 e con l’arrivo di Windows 10, Microsoft punta ancora di più sul cloud e i suoi servizi.
  • Per chi possiede dispositivi Apple, iCloud è una scelta obbligata. Perfettamente integrato in iOS, sincronizza costantemente i contenuti sul Cloud, in modo da avere a disposizione i tuoi file (Foto, libreria iTunes, etc..) da ogni dispositivo Apple: iPhone, iPad e Mac.
  • Amazon Cloud Drive sfrutta la grande diffusione dei sui clienti, per offrire un servizio facilmente accessibile dal proprio account Amazon (è sufficiente accedere con le stesse credenziali) e perfettamente integrato con Kindle, l’ebook reader e tablet di Amazon.
  • La controparte Android può sfruttare adeguatamente Google Drive, implementato e integrato nelle ultime versioni del sistema operativo di Google.
  • Per chi possiede una ampia varietà di dispositivi, Dropbox rappresenta invece un’ottima scelta e permette di condividere rapidamente i propri contenuti.
Detto questo, a voi la scelta!!

Rispondi

avatar