Windows 10: problema gestione multiutente Ecco come disabilitare autologon con multiutente in Windows 10.

Ecco come abilitare la nuova schermata di login in Windows 10 e disabilitare l’autologon nel caso di multiutente in Windows 10.

Il problema:

Windows 10 ha introdotto delle modifiche riguardanti la gestione delle multiutenze e in particolar modo nel caso in cui uno o più utenti non abbiamo la password per l’accesso al dispositivo (ti ricordiamo che in questo caso ovviamente stiamo parlando di “account locale”). Non sembrerebbe al momento attuale da considerarsi come un “bug” vero e proprio ma magari una discutibile scelta in casa Microsoft. Se si accede con l’utente senza password e si arresta il sistema senza aver effettuato la disconnessione dell’utente, al successivo riavvio ci si troverà nuovamente nello stesso profilo, saltando completamente la scelta degli utenti (Ricordiamo che nei S.O. fino a Windows 7 questo non accadeva, contrariamente invece a quanto accade anche in Windows 8).

multiutente windows 10

Tipi di account:

Da Windows 8 in poi è possibile creare:

Account Microsoft:

Cioè semplicemente usare la mail e la password dell’email di Hotmail / Live / Outlook ecc… Questo è il tipo preferito da Microsoft e in questo caso la password viene richiesta ad ogni avvio del pc e non si può disabilitare, dopodiché si possono utilizzare tutte le app dello Store e i servizi sia Microsoft che di terze parti (Outlook.com, OneDrive, Facebook, Twitter,ecc…) senza dover di solito inserire nuovamente le credenziali.

Account locale:

Utilizzare un nome o un nick qualsiasi per accedere al quale è possibile aggiungere la password per aumentarne la sicurezza ma non è obbligatoria. In questo caso non si possono scaricare app dallo Store e per accedere alle app potrebbe essere richiesto di inserire singolarmente le credenziali dell’account Microsoft.

Ecco la procedura per creare nuovi utenti in Windows 8/8.1/10.

Le soluzioni:

  • La più banale sarebbe quella di aggiungere una password a tutti gli utenti (anche locali), in questo modo sarebbe sempre necessario scegliere l’utente e inserire la relativa password.
  • È sempre disponibile il cambio dell’utente, anche se meno evidente, e rimangono anche la possibilità di disconnettere l’utente corrente o di passare direttamente ad un altro utente lasciando l’utente corrente attivo (dal Menu Start basta cliccare sul nome utente in cima per scoprire le opzioni disponibili).

cambia utente Windows 10

  • Scaricare tramite il link “Download User List Enabler for Windows 8” dal sito del produttore il semplicissimo programma Winaero User List Enabler e successivamente eseguire la versione per Windows 8 x64 o Windows 8 x86 (32 o 64 bit, perfettamente compatibile anche per Windows 10) e poi cliccare Enable User list per rendere obbligatoria la scelta dell’utente all’avvio del sistema oppure Reset to Default per ripristinare l’autologon dell’ultimo utente che ha effettuato l’accesso.
  • Esistono per dovere di cronaca altri metodi più macchinosi e particolari, ma dubitiamo dell’efficienza in ogni occasione e vorremmo evitare complicazioni non necessarie.

Recentemente siamo di nuovo tornati sull’argomento con un nuovo articolo, in cui abbiamo illustrano un’altra procedura attraverso una modifica manuale al registro di configurazione di Windows.

Qualora ci fossero problemi o casistiche per le quali questi metodi non dovessero funzionare, saremo lieti di tornare sull’argomento! 😉

2
Rispondi

avatar
1 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
PippoCD Blog713 Recent comment authors
Più nuovi Più vecchi Più votati
713
Guest
713

Non sapevo dell’esistenza di questo problema su win8.1 (ma è solo mio e ha un utente solo!), ma comunque non so in quanti tengono tanti utenti senza una password in un pc usato da tanti utenti. Beh, parlo in ambito non aziendale, ovvio.

Aspetto un qualche vostro articolo sugli antivirus, magari una review o un test! 🙂