Android: l’applicazione si è chiusa in modo anomalo | Soluzione Come risolvere il problema delle app che si bloccano in modo anomalo.

Se usi abitualmente smartphone o tablet Android, probabilmente ti sarà capitato di imbatterti nel problema l’applicazione si è chiusa in modo anomalo.

Questo messaggio compare quando un’app va in crash e di conseguenza l’applicazione viene chiusa improvvisamente. Può verificarsi all’avvio dell’app o durante il suo funzionamento.

In base al dispositivo e alla versione di Android, il messaggio può riportare la dicitura: l’applicazione si è chiusa in modo anomalo, l’applicazione si è bloccata in modo anomalo, o anche l’app si è interrotta in modo anomalo.

Quando questo si verifica, puoi provare alcune soluzioni, che di solito riescono a risolvere il problema.

L’applicazione si è chiusa in modo anomalo : Soluzione

Come anticipato quando si verifica questo errore, l’app viene chiusa improvvisamente durante il suo funzionamento o direttamente nella fase di avvio dell’app. Per risolvere il problema, prova le seguenti procedure. Se la prima non funziona, prova la seconda e così via.

1. Riavviare il telefono

Soluzione banale quanto utile. Può capitare di non spegnere il proprio smartphone o tablet per molti giorni e può succedere che il dispositivo sia meno scattante del solito o che presenti alcuni bug.

Riavviare il sistema è utile per vari motivi: permette di liberare RAM e risorse, chiusura e riavvio di tutti i processi con conseguente miglioramento delle prestazioni, finalizzazione della memoria cache, completamento di eventuali aggiornamenti di sistema non completati.

Quando si verifica quindi che l’applicazione si è chiusa in modo anomalo, come primo tentativo puoi provare a riavviare il dispositivo.

Nota: In generale è comunque buona norma spegnere e riaccendere il proprio dispositivo android almeno 1 o 2 volte a settimana.

2. Eliminare cache dell’app

Questa soluzione è in genere quella più risolutiva quando l’applicazione si è chiusa in modo anomalo. Si tratta di eliminare la memoria cache relativa all’app che da problemi.

Ricordiamo che la cache è uno spazio di memoria che il sistema android utilizza per il funzionamento del’app. Contengono file temporanei e i dati che l’app usa durante il suo funzionamento, in modo da poterli recuperare velocemente. Sono memorizzati all’interno dello spazio di archiviazione del dispositivo.

Essendo file temporanei possono essere rimossi senza problemi. Una volta eliminati verranno rigenerati nuovamente dall’app all’occorrenza.

Procedura:

Vai su Impostazioni → Applicazioni (Gestione applicazioni) e seleziona l’app che ti interessa. Vedrai la schermata con le informazioni dell’app, tra cui il dettaglio della memoria. Seleziona quindi Svuota Cache / Cancella Cache.

dati app

Su alcuni smartphone come ad esempio gli Huawei, la cancellazione della cache avviene attraverso lo strumento Pulizia.

3. Cancellare Dati utente dell’app

Se cancellare la cache non ha risolto il problema, puoi provare a cancellare i dati utente dell’app. In questo modo verranno eliminati tutti i dati riguardanti le impostazioni, i progressi, i salvataggi e in generale tutte le modifiche fatte dall’utente all’interno dell’applicazione. In questo modo, si riporta l’app allo stato iniziale, come alla prima installazione.

Attenzione: Prima di eliminare i dati dell’app assicurati che non siano presenti dati importati o da salvare, in quanto andranno persi.

Eliminare dati app

4. Disinstallare e reinstallare l’app

Se l’app all’inizio funzionava bene e il problema si è presentato in un secondo momento, disinstallare e reinstallare l’app potrebbe non dare risultati positivi. Questo perché il processo di installazione si limita alla copia dei file sul dispositivo mentre il resto delle modifiche sono salvate all’interno dei dati utente. È comunque una prova da fare, che potrebbe risolvere nel caso i file di installazione dell’app si siano in qualche modo corrotti.

Vai su Impostazioni → Applicazioni (Gestione applicazioni) e seleziona l’app che ti interessa. Disinstalla l’app e successivamente reinstallala.

Vedi anche: Disinstallare app Android – come farlo correttamente.

Per le app di sistema che invece non si possono disinstallare, puoi provare a disattivarle ed eventualmente disinstallare gli aggiornamenti, ripristinando l’app alla versione originaria.

Come sopra, vai su Impostazioni → Applicazioni (Gestione applicazioni) e seleziona l’app che ti interessa. Premi quindi disattiva e conferma, la successiva schermata chiederà se disinstallare gli aggiornamenti riportando l’app alla versione originaria.

Su alcune versioni di android meno recenti è possibile disinstallare gli aggiornamenti direttamente senza questo doppio passaggio.

5. Verifica se ci sono aggiornamenti di sistema o dell’app

Alcune app possono presentare problemi di incompatibilità in base alla versione di android e dell’app. Controlla se sono disponibili aggiornamenti per il tuo sistema e tramite Google Play Store, controlla se è presente un aggiornamento per l’app che si blocca.

Apri Play Store, quindi vai su Le mie app e i miei giochi. Verifica se è presente un aggiornamento per la tua app e nel caso aggiorna.

Se il problema si verifica invece subito dopo l’aggiormento dell’app e le soluzioni precedenti non riescono a risolvere, l’unica alternativa è attendere un successivo aggiornamento che eventualmente risolva il problema.

Come ulteriore o in alternativa trovare e installare l’apk di una versione precedente funzionante. Operazione non consigliata e solo per utenti esperti e consapevoli.

6. Ripristinare dispositivo allo stato di fabbrica

Se hai provato i metodi precedenti ma l’app si chiude ancora improvvisamente con il solito messaggio l’applicazione si è chiusa in modo anomalo, ultimo tentativo potrebbe essere quello di resettare il dispositivo allo stato di fabbrica. Vedi anche: Ripristinare smartphone – come resettare Android.

Questa soluzione oltre a essere piuttosto drastica (comporta la perdita di tutti i dati presenti sul dispositivo) non assicura comunque un risultato positivo. Valuta quindi se può valere la pena resettare o meno il dispositivo.

Se le soluzioni elencate in questo articolo non hanno risolto il problema non resta che attendere e sperare nell’uscita di qualche aggiornamento dell’app che risolva l’eventuale incompatibilità con il tuo dispositivo.

Se hai domande, suggerimenti o semplicemente vuoi condividere la tua esperienza in merito, commenta l’articolo qui sotto.

Alcuni dei migliori smartphone Android di fascia media

Samsung Galaxy J6 (2018) → Guarda su Amazon

Huawei P20 Lite → Guarda su Amazon

LG G6 → Guarda su Amazon

Rispondi

avatar