Avviatore auto emergenza : Beatit B10 Batteria USB e booster di avviamento emergenza per auto e moto.

Trovarsi con la batteria dell’auto a terra è un evento poco piacevole, ma che può capitare a tutti e in qualsiasi momento. Fortunatamente esistono soluzioni anche a questo, grazie all’utilizzo di un semplice avviatore auto emergenza. Abbiamo provato uno dei molti jump starter (anche detti booster) presenti sul mercato. Ecco la nostra recensione.

Avviatore auto emergenza : Beatit B10

Il Beatit B10 è un piccolo avviatore auto emergenza leggero e compatto. Appartiene alla categoria dei booster / avviatori con batteria ai polimeri di Litio. Rispetto ai classici avviatori con batteria al piombo, permette di erogare una maggiore corrente di spunto con batterie piccole e poco ingombranti.

In dotazione con il Beatit B10:

  • Avviatore Beatit B10
  • Cavo multifunzione per ricarica batteria e dispositivi portatili
  • Morsetti collegamento batteria auto
  • Manualistica

L’avviatore Beatit B10 è molto simile a un comune power bank, ma con dimensioni leggermente più generose, che per la precisione sono di 145 x 84 x 25 mm e un peso di circa 315 gr.

Nella parte superiore, è presente il tasto di avvio e 4 Led, che segnalano lo stato di carica della batteria. Sul lato sinistro possiamo trovare il selettore on/off per disattivare completamente la batteria quando non è in uso. Le connessioni sono posizionate tutte nella parte alta e includono: ingresso per la ricarica della batteria interna, due uscite USB, di cui una standard e una compatibile Quick Charge 3.0, uscita per il collegamento dei morsetti auto.

Nel retro è integrato un piccolo led, che può tornare utile per fare luce nel caso di necessità. Può essere acceso premendo per circa 3 secondi il tasto di attivazione posto nella parte frontale. Il LED è dotato di tre modalità di illuminazione: fisso, strobo e sequenza s.o.s.; una volta acceso, si può passare tra le varie modalita, con la pressione del tasto sopracitato, mentre per spegnere si dovrà tenerlo nuovamente premuto per alcuni istanti.

Molto compatto comunque se paragonato a un classico avviatore auto con batteria al piombo, e può essere tenuto tranquillamente nel portaoggetti o comunque all’interno dell’abitacolo.

Caratteristiche tecniche

L’avviatore auto di emergenza Beatit B10, ha una batteria interna al Litio da 10800 mAh, utilizzata per fornire la corrente di spunto necessaria all’avviamento di auto o moto. Beatit dichiara una corrente di avviamento di 250A con picco fino a 500A. La batteria può essere sfruttata anche come power bank, per la ricarica di dispositivi esterni, come ad esempio smartphone e tablet.

Per la ricarica, viene fornito un cavo multifunzione, che può essere usato per ricaricare la batteria interna o fino a due periferiche contemporaneamente. Non è presente il caricabatteria da parete: puoi utilizzare quello del tuo smartphone o in alternativa acquistarne uno, come ad esempio questo della Anker.

L’avviatore possiede due porte USB di output: una classica con uscita 5V / 2A e una compatibile con lo standard quick charge 3, con livelli di uscita 5V / 2A, 9V / 1.5A, 12V / 1A. La terza porta USB Tipo C, può essere usata sia come ingresso (per ricaricare l’avviatore) sia come uscita compatibile USB Type C da 5V / 3A.

I morsetti per il collegamento alla batteria dell’auto si collegano all’apposità uscita, in grado di erogare da specifiche una corrente di avviamento di 250A a 12V, e fino a 500A di picco.

Utilizzo dell’avviatore emergenza auto Beatit B10

L’utilizzo come avviatore è semplice e basta seguire i seguenti passaggi:

  • Attacca la pinza rossa al polo positivo (+) della batteria, quella nera al polo nevativo (-) o al telaio del veicolo.
  • Porta il selettore laterale su On (i led si accendono).
  • Premi (singola pressione) il pulsante superiore.
  • Prova ad avviare l’auto.

Avviata l’auto, staccare subito i cavi e spegni l’avviatore, per evitare eventuali correnti di ritorno. Nel caso il motore non si avvii subito al primo tentativo, scollegare le pinze e attendere almeno 30 secondi / un minuto e quindi riprovare. Questo per evitare uno stress elevato alla batteria dell’avviatore auto che potrebbe danneggiarla irreparabilmente.

Durante le operazioni prestare attenzione a non porre MAI a contatto i due morsetti tra loro. L’avviatore auto emergenza Beatit B10 è dotato di alcuni sistemi di protezione, tra cui la protezione da inversione di polarità e protezione nel caso di corto circuito o sovraccarico della batteria. Consigliamo comunque di porre la massima attenzione durante tutte le operazioni di avviamento auto.

Avviatore auto Beatit B10

Lo abbiamo provato con una Renault Twingo con motore da 1200 cc a benzina. In questo caso l’avviatore è stato collegato in parallelo alla batteria dell’auto che risultava scarica. L’avviamento è avvenuto subito con un buono spunto e senza problemi.

A parte le specifiche dichiarate, questo avviatore emergenza è adatto a ciclomotori, motoveicoli, e auto di piccola cilindrata. In media fino a 1600 cc. dovrebbe riuscire nell’avviamento.

Si consiglia di tenere l’avviatore auto sempre carico e di controllare periodicamente lo stato di carica, specialmente se si sfrutta anche l’utilizzo come power bank, per non rischiare di averlo scarico proprio quando serve. Si sconsiglia di utilizzare lo starter come avviatore auto se il livello di carica ha solamente 1 led acceso su 4.

Nell’utilizzo come power bank, dopo aver collegato il cavo USB al dispositivo (es. smartphone) si dovrà premere il pulsante superiore dell’avviatore per iniziare la ricarica. Per quanto riguarda la porta quick charge, abbiamo notato che con alcuni dispositivi non compatibili, la ricarica viene automaticamente interrotta dopo circa 2-3 minuti. In tal caso utilizzare la seconda porta USB con uscita standard.

Conclusioni

Un accessorio senza dubbio utile, che può toglierci dai guai nel caso la batteria dell’auto o moto ci lascia improvvisamente a piedi. L’utilizzo è piuttosto semplice e non necessità di particolari competenze. Ovviamente è necessario fare attenzione durante l’operazione di avviamento, rispettando le polarità e scollegandolo subito dopo aver avviato il veicolo.

Ottima la possibilità di sfruttarlo anche come power bank, ma in questo caso ricordarsi di ricaricarlo appena possibile, per non rischiare di ritrovarlo scarico al momento dell’utilizzo come avviatore. Consigliato per auto di piccola cilindrata.

✅ Compatto, leggero e poco ingombrante

✅ Utilizzabile come Power Bank

✅ Compatibile Quick Charge 3.0

⛔ Assente borsetta / custodia per il trasporto

Il Beatit B10 lo puoi trovare a buon prezzo su Amazon.it e spesso lo si trova in offerta.

Vai alla pagina prodotto su Amazon

Se cerchi un avviatore auto più potente, puoi guardare il Beatit D11 [ Link Amazon ]. Ha una capacità di 18000 mAh con corrente di spunto massima dichiarata di 800A.

1
Rispondi

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
713 Recent comment authors
Più nuovi Più vecchi Più votati
713
Guest
713

Grazie, davvero un ottimo articolo.
Tra l’altro nella mia ignoranza non sapevo nemmeno che esistessero avviatori per batterie scariche… 🙂